L’evento

SIGNIFICATO

Nonostante il Covid, anche quest’anno celebriamo il Natale.

Anzi, proprio quest’anno abbiamo ancora più bisogno di vivere il Natale e il messaggio di speranza che porta con sé e che vogliamo condividere con tutta la città. Abbiamo scelto di proporre l'evento culturale "Lotto. L'inquietudine della realtà. Lo sguardo di Giovanni Frangi": perché attraverso la bellezza tutti possano incontrare la Salvezza che il Natale ci promette.

L’Associazione culturale Madonna del Rosario ODV Onlus è stata costituita con l’obiettivo di supportare l’attività culturale e sociale della Comunità pastorale Madonna del Rosario, promuovendo iniziative di interesse generale verso la comunità locale.

Costituitasi il 1 settembre 2011, con decreto arcivescovile firmato dal cardinale Dionigi Tettamanzi, la Comunità pastorale “Madonna del Rosario” comprende le Parrocchie di S. Nicolò in Lecco, S. Materno in Pescarenico di Lecco e S. Carlo V. in Malgrate.

Elevato a capoluogo di provincia con decreto del presidente della Repubblica del 6 marzo 1992, ottenne il titolo di città il 22 giugno 1848. L’attuale estensione si deve all’accorpamento tra il 1923 e il 1928 di una serie di comuni limitrofi al centro urbano. Ad oggi il suo agglomerato urbano supera i centomila abitanti.

 

La Fondazione comunitaria del Lecchese Onlus, sorta nel 1999, persegue il miglioramento della qualità della vita e il rafforzamento dei legami solidaristici e di responsabilità sociale fra tutti coloro che vivono e operano nel territorio provinciale, promuovendo una cultura della donazione.

Da quasi 30 anni Fondazione Cariplo è impegnata nel sostegno, la promozione e l'innovazione di progetti di utilità sociale legati ad arte e cultura, ambiente, sociale e ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati mediamente più di 1000 progetti grazie ai contributi a fondo perduto distribuiti mediante bandi, erogazioni emblematiche, territoriali, istituzionali, patrocini

 

Un capolavoro per Lecco

Giovanni Valagussa Curatore

Lotto è un artista che ha vissuto una vita difficile, che l’ha portato ad essere spesso incompreso dalla società in cui viveva. È un artista sensibile, che fa emergere questa sua vena nella delicatezza e nell’umanità dei suoi personaggi. Si tratta di personaggi parlanti, carichi di umanità anche quando sono i protagonisti di scene sacre, come nel caso del capolavoro che presentiamo. È un’opera in cui emerge il dialogo fra i diversi personaggi e le loro ansie. Lotto è dunque un artista del nostro tempo. E Giovanni Frangi, con il suo lavoro, evidenzia proprio la contemporaneità del messaggio del grande maestro

Don Davide Milani Prevosto di Lecco

L’esperienza "Lotto, l’inquietudine della realtà" si propone come una sosta in una stagione in cui siamo da tempo immobili. Sarà inevitabile tornare a ritmi quotidiani più sostenuti: sarà il segno che il male di questi tempi sarà superato. Ma prima accettiamo la provocazione di una ulteriore pausa. La Madonna con il Bambino tra san Giovanni Battista e santa Caterina di Alessandria dipinta da Lorenzo Lotto e le correlate meditazioni artistiche di Giovanni Frangi sono una possibilità per consegnare la nostra inquietudine ad una esperienza che la possa interrogare, aprire ad una comprensione e all’ipotesi di soluzione.

Mauro Gattinoni Sindaco di Lecco
Simona Piazza Vicesindaco di Lecco e Assessore alla cultura

Era desiderio della nostra Città, dopo la positiva esperienza dell’anno scorso del “Tintoretto Rivelato”, proseguire questo percorso, attraverso il dialogo tra un’opera di un periodo classico e quella di un periodo contemporaneo. Il significato dell’arte è infatti quello di parlare all’uomo di tutte le epoche, e parlargli di un “senso”. Crediamo che tutta la Comunità di Lecco abbia bisogno di trovare un significato al proprio esistere. E questa ricerca passa attraverso un “ri-conoscersi”, un conoscere nuovamente se stessi nei propri valori, innanzitutto. Un’esigenza quanto mai avvertita in questo difficile 2020.

Mariagrazia Nasazzi Presidente Fondazione Comunitaria del Lecchese

La nostra Fondazione comunitaria, accanto a Fondazione Cariplo, ogni giorno tocca con mano quanto sia ricco il nostro territorio e allenato a declinare comuni indirizzi strategici per realizzare ambiziosi progetti. Una comunità viva e vivace guarda alla bellezza, una bellezza che nasce da una generosità prima di tutto di idee, di un pensiero comune e poi da una generosità preziosa nella raccolta dei fondi che diventa un prendersi carico con discrezione ma con determinazione di un Capolavoro. Un capolavoro per tutti, non solo per gli addetti ai lavori. Un capolavoro per Lecco ma non solo per Lecco, per tutti i lecchesi in un momento così fragile e faticoso.

Allestimenti

Giorgio Melesi

Lecchese, classe 1953, Giorgio Melesi si è laureato in architettura al Politecnico di Milano nel 1977. Iscritto all'Ordine degli Architetti della Provincia di Como nel 1978 e all'Ordine degli Architetti della Provincia di Lecco nel 1994, svolge come libero professionista l'attività di architetto in ambito nazionale. Dal 2013 è consigliere dell’Ordine degli Architetti di Lecco. Ha curato anche l’allestimento della mostra “Tintoretto Rivelato”.

La location

Il Palazzo delle Paure si trova nel centro storico di Lecco, in Piazza XX Settembre, e si affaccia sul lungolago e su piazza Cermenati. Costruito all’inizio del Novecento, in stile eclettico neomedievale, è stato edificato in un tratto della vecchia cinta muraria del borgo fortificato e fino al 1964 è stata sede dell’Intendenza di Finanza.